Vuoi essere parte attiva del libro?

Mi rivolgo proprio a te che stai leggendo, grazie per essere qui!

Vista la tua presenza e il tuo interesse ti pongo una domanda:

Vuoi essere parte attiva del libro?

Ti starai chiedendo come e perché io te lo stia domandando, ma non temere, in questo articolo troverai una risposta a tutto.

Saprai bene, ormai, che per me il lettore sta sempre al centro di tutto, che mi curo sempre delle sue opinioni e pareri e cerco di coinvolgerlo al massimo in ogni cosa. Così mi è venuta questa idea per renderti parte attiva del libro…

Se mi segui già da tempo, e fai parte del gruppo su facebook, (o hai letto l’intervista del blogtour per Il Regno della Terra, qui trovi tutte le tappe), sai già che ho intenzione di pubblicare nei prossimi mesi un romance contemporaneo.

Il libro si pone anche un altro obiettivo, oltre quello di allietare il tempo di chi leggerà…

Cercare di essere d’aiuto o spunto di riflessione per chi, (come lo sono stata anche io), è vittima di un sovrappeso importante, o anche minimo.

Non conta quanti chili si debbano perdere, conta solo come ci sentiamo noi rispetto al problema e in che modo ci affacciamo alla vita.

Perché?

Tante volte, senza che gli altri se ne rendano conto, si vivono delle solitudini profondissime, e si pensa di essere senza speranza quando i chili si accumulano inesorabilmente ci si sente vittime dello sconforto e del giudizio altrui.

Altre volte si pensa sia impossibile dimagrire, ci si dice che ci vorrebbe chissà quale miracolo, senza rendersi conto che a volte basta davvero poco per partire e poi vivere delle soddisfazioni che nemmeno ci si aspettava.

Desidero dal più profondo del cuore che questo libro possa essere, oltre che piacevole e divertente per chiunque, un aiuto a chi sta male come lo sono stata io.

Chi ero?

Io sono un ex-obesa, ho perso cinquanta chili, mi sono tolta di dosso il peso di un’altra persona e credimi, tu che stai leggendo, il peso di quella persona era infinitamente più gravoso, non era quantificabile.

Era un ingombro immenso che mi portavo sempre dietro, soprattutto sull’anima, che influiva negativamente anche sul mio modo di approcciarmi agli altri e alla vita, che mi faceva vivere una solitudine interiore che difficilmente può essere spiegata a parole. Se anche tu ti senti così spero che ti sarò d’aiuto e che tu possa trovare nel mio prossimo libro uno stimolo per migliorare la tua vita o un sorriso per sentirti meno solo.

Senza vergogna alcuna ecco la mia foto prima e dopo, ecco com’ero e come sono diventata.

(Non ho fatto nessun intervento, solo palestra e dieta. Questo non è un post sui metodi di dimagrimento. Ognuno ha il suo e non sono io a dovervi dire come fare, visto che non ho nemmeno le competenze mediche per farlo. Lo preciso solo per evitare che qualcuno pensi che mi sono operata con conseguenti domande su by-pass gastrici che sarebbero fuori tema e alle quali non saprei come rispondere).

Ma torniamo all’argomento principale del post!

Ti ho chiesto se vuoi essere parte attiva del libro, ecco cosa intendevo!

Chi mi conosce sa che io non inserisco mai elementi diretti della mia vita nei libri, che non costruisco personaggi su di me, che non attribuisco al protagonista maschile le fattezze di mio marito, e non lo farò mai. La mia vita è la mia vita, ciò che scrivo è altro.

Questo libro non sarà la mia storia, o il resoconto di come sono dimagrita, io non sono proprio nessuno, perché a qualcuno dovrebbe interessare?

Questa sarà la storia di una donna, di come vive il suo problema e di come lo affronterà.

Io non voglio che Cat, la mia protagonista, sia Laura e i suoi disagi emotivi di quando era sovrappeso. Desidero che Cat sia una protagonista con tante sfaccettature, in cui chiunque possa rivedere un pezzetto di se stesso e del suo problema, o delle sue manie, gioie, delusioni.

Per questo motivo, quando ho pensato questa storia, ho posto ad alcune persone sovrappeso con cui sono in confidenza molte domande.

Volevo vedere certe cose da tanti punti di vista. Mi sono detta che mi sarebbe bastato e in effetti ho materiale in abbondanza, poi… però… ha iniziato a ballarmi in testa un’idea.

Quale?

Il desiderio di coinvolgerti, di rendere partecipi i miei lettori.

Ti piacerebbe provare a rispondere, in modo completamente anonimo, alle domande che ho posto alle mie amiche?

Saresti felice di ritrovare una piccola parte di te tra le righe?

Dai… te lo chiedo ancora…

Vuoi essere parte attiva del libro?

SI?

Allora ti invito a rispondere alle domande in questo QUESTIONARIO ANONIMO.

Se ti creasse imbarazzo rispondere qualche domanda saltala pure, nessuna risposta è obbligatoria.

Ti ringrazio sin da ora se vorrai partecipare.

A presto!

Laura.

 

 

Commenti recenti

Trackbacks and Pingbacks

Scrivi un commento